sábado, 26 de julho de 2014

Maria, minha Mãe!

("Maria" - Salvador Dali)

Maria, minha mãe, Maria,
queria te falar de amor.
Mostrar que em meu peito aberto,
cultivo um jardim em flor.
Cultivo um jardim de rosas
que não têm espinhos
pra te machucar.
Cultivo um jardim tão lindo
rosas perfumadas
pra te ofertar.

Maria, eu que não sabia
Como era tão sublime amar.
Agora, Mãe do Céu, Maria,
contigo sigo a cantar.
E canto pela vida afora,
embora encontre pedras
não vou mais parar.
Pois sei que com você, Maria
minha mãe, Maria,
vou sempre contar.

Maria, minha mãe, Maria!
Maria vou sempre te amar!
Maria vou sempre te amar!


quinta-feira, 24 de julho de 2014

Hey Dio (Nek)


https://www.youtube.com/watch?v=9qNruLbJjio

Hey Dio,
avrei da chiederti anch'io,
cos'è quest'onda di rabbia,
che poi diventa follia,
che c'è da stare nascosti,
per evitare la scia,
di questo tempo che ormai,
è il risultato di noi...

Hey Dio,
vorrei sapere anche io,
se questo mondo malato,
può ancora essere mio,
e se il domani che arriva,
è molto peggio anche di così,
ma infondo sai cosa c'è,
hai ragione sempre te...

CHE C'È BISOGNO D'AMORE,
È TUTTO QUELLO CHE SO,
PER UN FUTURO MIGLIORE,
PER TUTTO QUELLO CHE HO,
PER COMINCIARE DA CAPO
E RITROVARE UNA COSCIENZA,
PER FARE A PEZZI CON LE PAROLE
QUESTA INDIFFERENZA...

Hey Dio,
permettimi di dire che qui,
è solo l'odio che fa notizia,
in ogni maledetto TG,
non c'è più l'ombra di quel rispetto,
il fatto è che sembra andar bene così,
ma infondo sai cosa c'è,
hai ragione sempre te...

CHE C'È BISOGNO D'AMORE,
È TUTTO QUELLO CHE SO,
PER UN FUTURO MIGLIORE,
PER TUTTO QUELLO CHE HO,
PER COMINCIARE DA CAPO
E RITROVARE UNA COSCIENZA,
PER FARE A PEZZI CON LE PAROLE
QUESTA INDIFFERENZA...

E dopotutto sai,
che sono quello di sempre,
che non potrei stare fermo mai,
d'avanti a un mucchio di niente...

In qualche angolo c'è,
chi la pensa come me...

CHE C'È BISOGNO D'AMORE,
È TUTTO QUELLO CHE SO,
PER UN FUTURO MIGLIORE,
PER OGNI COSA CHE HO,
E PER SENTIRMI PIÙ VIVO,
IO VOGLIO COMINCIARE DA QUI,
L'AMORE È IL VERO MOTIVO,
PER ESSERE PIÙ LIBERI...


domingo, 20 de julho de 2014

Molto calmo (Neffa)



video
(https://www.youtube.com/watch?v=bp5oAy482ZQ)

Devi stare molto calmo,
devi stare molto calmo
devi stare molto calmo,
devi stare molto calmo
devi stare molto calmo,
devi stare molto calmo.
 

Quando il treno se ne va
quando il tempo se ne va
quando tutto se ne va.
Quando corri incontro a chi
con le braccia chiuse
non ha occhi piu’ per te.
Ci sono i segni che si vedono
e gli altri che si sentono.


Devi stare molto calma,
devi stare molto calma
devi stare molto calma,
devi stare molto calma,
devi stare molto calma,
devi stare molto calma,
molto calma.
 

Quando vivono per te,
quando muoiono per te
quando bruciano per te.
E non contano per te,
le più belle storie
che tu puoi sognare.
 

Quando non ti lasciano,
quando non perdonano
quando gridi no.
Quando non è certo lui,
ma la tua vergogna che
ti fa più paura.
Ci sono i segni che si vedono
e gli altri che si sentono.
 

Devi stare molto calmo,
devi stare molto calmo
devi stare molto calmo,
devi stare molto calmo
devi stare molto calmo,
devi stare molto calmo,
molto calmo.
 

Quando pensano per te,
quando senti su di te,
la pressione che c’è.
Quando tutti intorno a te
hanno idee confuse
e le micce accese.


Quando parli e lei non c’è
è qualcosa che non puoi
controllare e sale.
Quando scopri che anche tu
non ti sai fermare
e vuoi fare male.
Ci sono i segni che si vedono
e gli altri che si sentono.
 

Devi stare molto calmo,
devi stare molto calmo.
Ci sono i segni che si vedono.
Devi stare molto calmo,
devi stare molto calmo
e gli altri che si sentono.

sábado, 19 de julho de 2014

«Se O imitares com a tua bondade o Bem supremo, serás semelhante a Ele»





O Pai enviou à terra o Verbo, porque […] desejava que Ele Se manifestasse de forma visível, a fim de que o mundo, ao vê-Lo, pudesse salvar-se. Sabemos que o Verbo assumiu um corpo no seio da Virgem e transformou o homem velho numa nova criação. Sabemos que Se fez homem da nossa mesma substância. Se não fosse assim, em vão nos mandaria que O imitássemos como mestre. Se este homem tivesse sido formado de outra substância, como poderia impor-me a mim, débil por nascimento, as mesmas coisas que Ele fez? Como poderíamos, em tal caso, dizer que Ele é bom e justo?

Mas, para que ninguém pensasse que era diferente de nós, suportou o trabalho, quis ter fome, não recusou a sede, dormiu para descansar, não rejeitou o sofrimento, submeteu-Se à morte e manifestou a sua ressurreição. Em tudo isto, ofereceu a sua humanidade como primícias, para que tu não desanimes no meio do sofrimento mas, reconhecendo-te homem, esperes também tu receber o que a Ele foi oferecido.

Quando contemplares a Deus tal qual é, terás um corpo imortal e incorruptível como a alma, e possuirás o Reino dos Céus, tu que, peregrinando na terra, conheceste o Reino dos Céus. Viverás então na intimidade de Deus, serás herdeiro com Cristo, e já não estarás sujeito a concupiscências, paixões ou enfermidades, porque foste elevado à condição divina. […] Cristo é o Deus que está acima de todas as coisas, que decidiu libertar os homens do pecado, renovando o homem velho que tinha criado à sua imagem desde o princípio, e manifestando nesta imagem renovada o amor que tem por ti. Se obedeceres aos seus santos mandamentos e imitares com a tua bondade o Bem supremo, serás semelhante a Ele.
___________________________________________________

Santo Hipólito de Roma (séc. III), presbítero e mártir
«Refutação de todas as heresias», 10, 33-34


sábado, 5 de julho de 2014

Ave, Maria, donna dell'attesa!




Ave Maria, Ave! Ave Maria, Ave!

Donna dell’attesa e madre di speranza,
ora pro nobis.
Donna del sorriso e madre del silenzio,
ora pro nobis.
Donna di frontiera e madre dell’ardore,
ora pro nobis.
Donna del riposo e madre del sentiero,
ora pro nobis.

Ave Maria, Ave! Ave Maria, Ave!

Donna del deserto e madre del respiro,
ora pro nobis.
Donna della sera e madre del ricordo,
ora pro nobis.
Donna del presente e madre del ritorno,
ora pro nobis.
Donna della terra e madre dell’amore,
ora pro nobis.

Ave Maria, Ave! Ave Maria, Ave!